Bill Gates ed il magnate degli investimenti Buffett decidono di lasciare in beneficenza parte dei loro averi

I paperoni della terra non sono poi così tirchi, Warren Buffett ha annunciato di voler dare in beneficienza il 99% dei suoi averi ed ha incitato i colleghi multimiliardari a seguire il suo esempio.

Parliamo di imprenditori che si sono fatti da soli, come Bill Gates, il quale preoccupato di lasciare ai figli un eredità che potrebbe portarli ad una vita di dissolutezza o non saperla gestire ha deciso di lasciare ai tre nipoti 10 milioni di dollari a testa, una parte ai figli e 79 miliardi di dollari in beneficienza. Benché la considerevole eredità che sarà lasciata ai figli sia una cifra elevatissima per la maggior parte dei comuni mortali, sono pur tuttavia degli spiccioli confrontati all’immensità del patrimonio attualmente posseduto da Bill Gates, che corrisponde alla stratosferica cifra di 84,6 miliardi di dollari.

Bill Gates permane al primo posto nella classifica stilata da Bloomberg degli uomini più ricchi di questa terra, al secondo posto il magnate messicano Zara Amanciao Ortega, i cui beni si aggirano intorno alla cifra di 70,6 miliardi. A seguire il re degli investitori Warren Buffett con 67,4 miliardi di dollari. Al quarto ed al quinto in successione Carlos Slim con 65,2 miliardi e i fratelli Koch con 50,2 miliardi.

Il tanto acclamato Zuckerberg, il fondatore di Facebook, è riuscito a salire alla nona posizione superando i rivali di Google Larry Page e Sargey Brin, confermando la sua ascesa inarrestabile e senza precedenti.

Che dire!! Considerando che sono tutti milionari self-made, ciò che si sono fatti da soli, ci lascia ancor più perplessi ed incantati dinanzi a cotanta ricchezza e successo. Il talento, l’intuitività e sicuramente le opportunità colte permettono ad accedere talvolta a grandi successi oggi giorno alquanto inaspettati.

Questa voce è stata pubblicata in Curiosità. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>